Chi siamo

Il Corso di Laurea Magistrale Interclasse in Gestione dei Sistemi Alimentari di Qualità e della Gastronomia (Food Quality-FQ), promosso dal Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali in collaborazione con il Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco dell'Università degli Studi di Parma, è un progetto multidisciplinare che nasce come piattaforma collaborativa per promuovere il dialogo tra la cultura economico-gestionale e le discipline relative alle scienze sociali della gastronomia.
Il Corso di Laurea Magistrale in Gestione dei Sistemi Alimentari di Qualità e della Gastronomia si pone l'obiettivo di formare figure professionali con competenze interdisciplinari che combinino le conoscenze teoriche ed empiriche di tipo culturale, nonché economico-gestionale del sistema agroalimentare, con le competenze tecnologiche e gastronomiche connesse alla valorizzazione del cibo in una stretta logica di sostenibilità ambientale. In tal modo si prosegue il percorso culturale già avviato nelle rispettive Lauree triennali in L-18 (SISTEMA ALIMENTARE: SOSTENIBILITA', MANAGEMENT E TECNOLOGIE) e L-26 (SCIENZE GASTRONOMICHE) dell'Ateneo di Parma.
Il percorso formativo è incentrato sulle materie di diverse aree disciplinari che comprendono:
- le discipline di natura economico aziendali, sociologiche e merceologiche per comprendere e saper applicare le teorie economiche e le forme di management delle imprese agroalimentari nella fase di approvvigionamento, produzione, trasformazione, commercializzazione e promozione delle produzioni alimentari e dei sistemi ambientali;
- le discipline di natura statistica (per comprendere sia i dati necessari per la gestione delle imprese che per la gestione della qualità e la sicurezza alimentare;
- le discipline di natura giuridica per comprendere le normative nazionali, europee e internazionali nel campo della produzione e commercializzazione del cibo nonché della tutela dei consumatori;
- le discipline storiche per comprendere le implicazioni culturali legate alla produzione, commercializzazione e consumo degli alimenti;
- le discipline di carattere tecnologico per garantire la sicurezza dei cibi, comprendere e garantire la qualità degli alimenti anche rispetto ai fabbisogni nutrizionali dei consumatori.
Il corso Interclasse risponde all'esigenza di formare una figura professionale moderna, che sommi le competenze del bio-economista a quelle del bio-gastronomo (nell'accezione di figura professionale proposta dal D.M. n. 928 del 28 novembre 2017), in grado di soddisfare le forti richieste di competenze interdisciplinari poste a chi opera nel contesto della gestione delle aziende alimentari, dei settori della gastronomia e dello sviluppo socio economico dei territori a forte vocazione alimentare, in linea con la strategia europea per lo sviluppo sostenibile delineata dalla Commissione Europea nella Comunicazione della Commissione al Parlamento Europeo su: "A sustainable Bioeconomy for Europe: strengthening the connection between economy, society and the environment, Updated Bioeconomy Strategy" European Commission Directorate-General for Research and Innovation, 2018.
I laureati LM in FQ nelle classi interessate, pur con evidenti diverse componenti culturali, potranno svolgere la loro attività professionale specializzandosi in campo economico gestionale o in campo gastronomico. Gli "economisti-gastronomi" si caratterizzano per un profilo economico integrato con competenze gastronomiche. E’ un manager della qualità agroalimentare, che sa riconoscere, gestire, salvaguardare, comunicare, promuovere, valorizzare la qualità degli alimenti lungo la catena del valore e nel territorio. I "gastro-economisti" si caratterizzano per un profilo di un gastronomo integrato con competenze economiche finalizzate alla promozione e valorizzazione socio-culturale del cibo di qualità. E’ un esperto della cultura alimentare capace di coniugarla ai fabbisogni nutrizionali con una attenzione ai costi e all’ambiente
I primi potranno lavorare in aziende del settore agroalimentare (dalla produzione al consumo) in organizzazioni di produttori, in Istituzioni pubbliche che si occupano di sviluppo di filiere agroalimentari e del territorio, nonché in ONG che si occupano di ambiente e sostenibilità e promozione eno-gastronomica territoriale. I laureati gastronomi potranno svolgere un ruolo dirigenziale, con una visione d'insieme delle componenti tecniche e culturali legate alla gestione del prodotto alimentare di qualità, tipico o innovativo, dal punto di vista della conoscenza scientifica del prodotto, del marketing relativo e della comunicazione, dell'impostazione di attività di ricerca e approfondimento relative, della collaborazione alla messa a punto di processi e procedure innovativi.
Sarà, inoltre, possibile il proseguimento degli studi nell'ambito di un Dottorato di Ricerca in materie economico-aziendali, in scienze gastronomiche o in ambito di economia agro-alimentare previo superamento di un concorso pubblico.